Internal Power Journey, Ostia 11-12.06.2016

L’11 e 12 giugno a Ostia Antica, nella cornice del parco naturalistico di Ostia, si è tenuto il secondo Internal Power Journey della Fiwuk settore Baguazhang, l’edizione 2016. A distanza di due settimana o quasi tre, posso dire che questa esperienza del giovane gruppo Baguazhang College della Fiwuk è stata davvero un sorpresa, nel senso che tutto, ma proprio tutto ha funzionato a dovere e ci siamo ritagliati anche il tempo di stare insieme, di lavorare, di mangiare e scherzare, di fare team tutti insieme in un clima di grande piacere. Insomma un incontro al quale non è mancato nulla, anzi!

Se fosse stato un incontro tra vecchi amici, sarebbe una normale cronaca di due giorni di bagordi e allegre serate. Invece stiamo parlando di un incontro ufficiale degli insegnanti Fiwuk di Baguazhang, che hanno portato e condiviso moltissimo materiale di diversa origine per promuovere lo sviluppo dell’arte in Italia, soprattutto grazie ad un sapiente lavoro di demistificazione e di condivisone della conoscenza del Baguazhang. Nei due giorni sono state inoltre messe le basi di una serie di progetti non indifferenti, che secondo me si svilupperanno al meglio nell’ultima parte di quest’anno. Al punto che su FB al momento l’Internal Power Journey è diventata una comunità, e credo che diventerà anche di più.

I grazie per la riuscita dell’evento vanno un po’ a tutti, secondo me, a partire dall’ospitalità generosa e coinvolgente di Caterina e Nikitas Petroulias, che ci hanno subito fatti sentire a casa e ci hanno inglobati nella loro famiglia. Poi la consueta presenza rassicurante e confusionaria del nostro presidente, Sifu Paolo Chilelli (in odore di Baishi questo 15 agosto in Sicilia con il suo maestro Zhang Dugan, discendenza Yin Fu), che ha diretto in maniera rilassata ma precisa, a momenti quasi “canterina” l’intera manifestazione. Un grazie a Fabrizio e Yeye per la loro presenza e le loro ricche competenze, che sono servite sempre a tenere alto il livello della discussione, che sia del riso cinese o delle bottiglie di vino da comprare fino al Daoismo, tirare gomitate e dintorni.

E avanti, ce n’è da ringraziare, come Matteo Buffa, un sardo doc, ottimo mix di ironia, allegria, professionalità marziale impeccabile e grande simpatia. Spero di avere tempo da spendere con lui in futuro. Come non ringraziare Riccardo Ferrara, amico da tanti anni, e i suoi storici allievi di Wenwu: una garanzia di qualità nella discendenza di Liang Zhenpu che suggerisco a tutti gli interessati. Nikitas Petroulias ha due doti speciali: riesce ad appassionare quando parla e spiega, ma di cose ne sa davvero tante ed è un vero artista, lo si sente. Quello che ci ha spiegato sull’alchimia del ferro – acciaio per la forgia di lame damascate ha semplicemente stordito e affascinato tutti noi, che avremmo potuto ascoltarlo per giorni.

Mauro Ria ci ha fatto lavorare su un Neigong speciale, e quindi grazie anche a lui, moglie e figlio che hanno fatto parte di un ambiente sereno e davvero rilassato nei due giorni. Un grazie speciale ai ragazzi della scuola di Nikitas che sono venuti specialmente dalla Grecia per questo evento: una compagine rispettosa, dedicata, appassionata e seria, davvero un esempio per tutti noi di disciplina. A loro un plauso per lo spirito di gruppo davvero bello.

Poi c’era la mia nipotina Francesca Ferrari, che secondo me si è divertita un sacco in questa immersione in un mondo nuovo, almeno a giudicare dall’entusiasmo con cui si è lanciata, direi che è stata una bella esperienza per tutti noi. Un indicatore del gradimento è in genere a che ora si va a dormire. E anche qua devo dire che più di tre/quattro ore a notte non ho dormito, quindi tutto nella norma 🙂

Direi che ce n’è abbastanza per pensare subito al prossimo incontro. Al presidente l’arduo compito di superare se stesso e di riuscire a organizzare qualcosa di ancora più grande e più spettacolare di questo incontro. In attesa, tra meno di una settimana la Fiwuk si trasferisce in Scozia, fuori Europa, per andare a partecipare al ventunesimo capitolo di “Tai Chi Caledonia”, la più bella manifestazione europea di Taijiquan e arti interne. Noi porteremo il Baguazhang nel contesto del primo Forum Europeo e non vediamo l’ora di atterrare sulla terra de Braveheart e trascorrere lunghe giornate di pratica, di amicizia e di scambi in quella magica terra.

Slangivar!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...