Essenza, energia o spirito?

Dice Guo Yunshen:
L’arte dello Xingyiquan ha tre livelli di teoria, tre livelli di abilità e tre livelli di allenamento.

I tre livelli di teoria sono:
1. allenare l’essenza e trasformarla in energia
2. allenare l’energia e trasformarla in spirito
3. allenare spirito e tornare al vuoto
(Questo allenamento trasforma il temperamento umano, facendo ritornare alla vera natura)

I tre livelli di abilità sono:
1. trasformare le ossa: l’allenamento costruisce le tue fondamenta e rinforza il corpo. Le tue ossa e il corpo saranno duri come acciaio e roccia, ma la tua postura e il tuo temperamento saranno maestosi come il monte TaiShan.
2. cambiare i tendini: l’allenamento stimola i tessuti e allunga i tendini. Un detto popolare dice “Tendini lunghi, grande potenza”, cioè grande flessibilità porta a grande potenza. La forza è integrata in ogni direzione e si svilupperà senza limiti.
3. lavare il midollo: l’allenamento pulisce internamente e rilassa il corpo. L’apparenza di una persona internamente pulita è che il movimento dello spirito e dell’energia è rotondo e vivace, senza alcuna stagnazione, e il movimento del corpo è agile come avere ali. Nei classici della boxe si dice: “i tre cicli moltiplicati alla nona ripetizione completano il processo”. Questa è l’idea.

I tre livelli dell’allenamento:
1. energia evidente: quando ci si allena parti sempre da un principio immutabile. Il movimento del tuo corpo deve essere morbido e non impacciato. La salita e la discesa di mani e piedi deve essere ordinato e non confuso. Nei classici della boxe si dice: “la quadratura è l’allineamento con il centro”. Questa è l’idea.
2. energia nascosta: quando ci si allena lo spirito e l’energia devono essere adeguati e non limitati. L’esercizio dev’essere rotondo e vivace e senza ristagni. Si dice nei classici della boxe: “Rotondità è come si risponde esternamente”. Questa è l’idea.
3. energia neutra: quando ci si allena, tutto il corpo e ognuno dei quattro arti non deve mai muoversi e girare, sollevarsi o scendere, avanzare o indietreggiare con sforzo, ma deve essere esercitato con concentrazione di spirito e intenzione. Anche se esercitati con spirito e intenzione, i principi posturali del livello precedente devono essere mantenuti e non modificati. Anche se i movimenti del tuo intero corpo vanno avanti senza sforzo, non possono essere completamente senza forza, perché sempre ci dovrebbero essere spirito e intenzione che passano attraverso. Ancora l’idea è che “i tre cicli moltiplicati alla nona ripetizione completano il processo”.

(Da: “Boxing Concepts Explained Authentically” di Sun Lutang, via Brennan Translations)