Ricominciare

Il mio progetto per i prossimi quindici giorni.
Non è ambizioso, richiede solo molta pazienza, coraggio e determinazione.
E’ un allenamento, così quando dovrò essere pronto, lo sarò.
E’ un modo per imparare a lasciare le cose e a non attaccarvisi.

“Quando pensi che tutto sia perso, è proprio quello il momento di ricominciare… 
Raccogli ciò che di buono sei riuscito a creare, e portalo con te.. il resto lascialo!”
(Shumani Tutanka)

Che estate!

Ragazzi che estate!

E’ stata una corsa costante contro il tempo, negoziando con gli impegni presi – troppi! – e cercando di mantenere le energie per il prossimo avvenimento: l’arrivo di studenti in Italia, andare a prendere maestri per aeroporti di notte, le corse in macchina per arrivare in tempo ai festival, incontri, seminari di Yiquan, Tai Chi Merano, Tai Chi Caledonia, a dicembre a Lignano con la federazione europea di Taijiquan, la preparazione delle magliette di Ziran Neigong Quan, il nuovo logo, e chi più ne ha più ne metta!

E’ stata intensissima, questa tranche di estate per noi tutti, e per alcuni lo è ancora di più, visto che ci saranno nuovi arrivi in futuro! Con Alberto siamo stati in Scozia a Tai Chi Caledonia (numero diciassette) e abbiamo trascorso una settimana ad alta densità, piena di incontri, di pratica, di nuove conoscenze. Ne siamo tornati storditi ed entusiasti, con un numero di nuovi amici, in particolare la scuola del maestro Gianfranco Pace, Alessandra, Margherita e l’incomparabile dottor Luigi. Con loro abbiamo condiviso lo chalet e la convivenza quotidiana, senza tacere di quella grande figura carismatica che è il maestro Ian Silberstorff, con il quale abbiamo passato bellissime serate di racconti ed esperienze nel mondo del Taijiquan stile Chen.

Ho ritrovato gli amici di sempre, compagni di avventure da ormai diciassette anni, che con la loro pazienza e il loro entusiasmo animano le colline di Stirling in quella settimana. Ronnie Robinson, infaticabile organizzatore, ha sempre attenzioni per tutti, e ci ha fatti sentire sempre ospiti benvenuti e apprezzati. Bob Lowey, alla chitarra, con la sua risata contagiosa ci ha accompagnati nel fine settimana, e insieme a lui tutti i ragazzi del team, che si sono davvero spesi al massimo per farci contenti e organizzare le cose. E insieme a loro il volto compassato di Roger Jahnke, grande maestro di Qigong, Gary Wragg, silenzioso e discreto discendente della famiglia Wu di Taijiquan, una irrefrenabile Tina Faulkner nonostante la gravidanza avanzata, che si è spesa per insegnare e seguire anche altri corsi, Sonia Schillo con il suo costante sorriso, Ken Van Sickle con la sua spada che ormai è armonia pura, e il grande Ian Silberstorff.

A Tai Chi Caledonia 2012 dedicherò a breve un bel post, perchè di cose da raccontare ce ne sono davvero tante, e tutte molto belle.

Alla fine il bilancio di questa estate è ampiamente positivo, ma adesso necessita una pausa di riflessione profonda, profondissima, anzi, direi quasi immobile, da fase REM… insomma, i progetti per i prossimi 15 giorni si limitano a dormire, mangiare e nuotare!

Un abbraccio a tutti e buona estate.

(Nella foto, sifu Gianfranco Pace in Taiji Jian)

Si parte per Stirling!

Non sempre arriviamo come vorremmo agli appuntamenti che ci prendiamo con il mondo. Arriviamo a questo luglio 2012 con Tai Chi Caledonia che ci aspetta a Stirling con una edizione di grande fascino e con insegnanti di spessore, e ci si arriva (ci sto arrivando) un po’ con la lingua penzoloni. Ma tant’è, come si dice nello sport, bisogna imparare a recuperare le forze continuando a correre, non ci sono pause né fermate concesse.

Se da un certo punto di vista si arriva di corsa, dall’altra quest’anno sono doppiamente felice di salire in Scozia. Primo perchè rivedo amici che non vedevo dal 2009. Secondo perchè mi manca il Wallace Memorial e la famosa cucina scozzese. Terzo, perchè quest’anno conoscerò altri grandi insegnanti di arti marziali e interne. Quarto perchè finalmente salgo in Scozia con un mio allievo e amico, Alberto, con il quale sarà un piacere lavorare e condividere il tempo lassù.

Sono momenti speciali, quelli in cui ci si può dedicare solo ad una cosa senza doversi preoccupare di altro. A Stirling sarà un bagno di folla e di esperienze, di conoscenze e di scambi, quindi sarà un momento di crescita vertiginosa, di apertura e di riflessione, di scombussolamento, ma è così che deve essere.

A presto, al ritorno avremo ancora più cose da raccontare e condividere!

(Nella foto splendida, la sensazione di questa nuova avventura in Scozia!)

Tai Chi Caledonia XVII

Tra una settimana avrà il via la diciassettesima edizione di Tai Chi Caledonia, la più importante manifestazione europea di Taijiquan e arti interne cinesi in Gran Bretagna e Scozia. Quest’anno dall’Italia saranno presenti Gianfranco Pace e Luigi Zanini, a presentare rispettivamente il Taijiquan stile Chen e il Baguazhang stile Sun. Insieme a loro un selezionato team di insegnanti di altissimo livello dagli USA, UK e Europa.

E’ un evento molto bello, ricco e stimolante per tutti i praticanti di arti marziali, e consiglio a chi ha la possibilità economica di investire quelche sterlina, di partecipare, perchè questo genere di incontri allarga la mente di chi vi partecipa.

A presto per la cronaca di questo evento!

(Nella foto, sifu Jan Silberstorff, uno degli insegnanti di questa edizione di Caledonia)

Tyrolean Taichi Festival

Grande successo per la prima edizione di una manifestazione che sicuramente rivedremo nei prossimi anni, che riunisce praticanti di Taijiquan da Austria, Svizzera, Germania e Italia. Sifu Othmar Vigl ha organizzato questo incontro con molto coraggio e determinazione, e ha dato la spinta essenziale per far nascere la manifestazione. I tre giorni sono stati intensi e pieni di pratica, sudore, dialogo e scambio tra tutti i prartecipanti.

Gli insegnanti erano: Sifu Daniel Docherty, Sifu Othmar Vigl, Sifu Paul Silfverstrale (Wudang Taijiquan), Sifu Giorgio Cappelletto, Sifu Ceciel Kroes, Sifu Luigi Zanini. Anche tra gli allievi c’erano molti ottimi praticanti, con esperienza e ottimi livelli di conoscenza, cosa che ha permesso di approfittare al massimo megli scambi. 
Presenze dalla Gran Bretagna, Germania, Austria, Slovenia, Italia e altri paesi ancora hanno determinato il successo delle giornate. Anche la stampa locale e diversi gestori di palestre e altri insegnanti hanno visitato il seminario. Da questo primo incontro nasceranno altri incontri e scambi, e sicuramente molte nuove amicizie e occasioni di pratica.
Grazie Othmar per aver realizzato questo incontro e a presto rivederci a Merano!
(Alcuni dei momenti salienti del Festival, dalla pratica alle dimostrazioni)