A che punto eravamo?

Il mese di febbraio 2010 resterà impresso nella mia memoria per molti motivi.

Voglio ringraziare tutte quelle persone, davvero tante, che mi sono state vicine nei momenti difficili e che hanno dimostrato la loro natura generosa e sincera. Percepisco ancora una volta il calore umano della grande famiglia delle arti marziali, a cui sono fiero di appartenere. Grazie ragazzi!

***

Volevo fare un breve punto sul seminario a Linköping in Svezia dall’amico Paul Silfverstrale a fine gennaio 2010. E’ stato un bellissimo incontro, pieno di gente nuova (Mark, Emil, Lise, Linus, gli amici del Nord, ecc.) e di amici storici (Paul, Kalle, Saar, Dio, Marco al ristorante, ecc.). Damuxing, Danhuanzhang, Chuanzhang: con questi tre elementi abbiamo fatto una rapida incursione nel mondo del Baguazhang, e visto che il seminario è stato definito come “very inspiring”, credo di aver raggiunto l’obiettivo minimo.

Baguazhang per Paul e i partecipanti, che vengono quasi tutti dal mondo del Taijiquan, non è uno stile da imparare, ma un metodo da conoscere per allargare gli orizzonti “interni”. Ma tutti i ragazzi di Linköping avevano anche altre esperienze marziali nel loro back-ground, e quindi è stato facile portarli a usare il corpo in un modo nuovo. Abbiamo avuto Diomedes che ci ha osservati per tutto il seminario dalle panche a causa di una forte tendinite, e Kalle che mi ha sorpreso per la grande agilità, soprattutto con i birilli conici!

Abbiamo lavorato molto in coppia, spesso andando alla ricerca di nuove soluzioni – cosa ideale per capire lo spirito del Baguazhang – ma soprattutto abbiamo coltivato uno Shen radioso, un Yi determinato, un Qi abbondante e anche delle belle ore di Li! Sono grato a tutti per il bel tempo trascorso, per aver aperto le loro menti senza riserve e per aver dato la loro bella energia. Speriamo di vederci presto ancora, in Svezia o in Italia!

***

Il prossimo appuntamento di Baguazhang è a Pula in Istria per il 27 e 28 febbraio. Dopo l’incontro di agosto a Rovigno, ormai le braccia e i corpi sono pronti per entrare nel vivo del lavoro con i Dan Lian, le “tecniche semplici” che sono il punto di connessione tra Xian Tian e Hou Tian, tra il Bagua circolare che costruisce il corpo e il Bagua lineare che costruisce l’applicazione. Svilupperemo insieme il cerchio con i primi animali di Sun Lutang, e poi una serie di applicazioni a due che servono a costruire il corpo Bagua, a trovare le linee e a capire tempo e spazio.

Il seminario avrà due ospiti speciali, Sergio Fanton e Luca Semenzin, che mi daranno una mano a tradurre la teoria dei Ba Xing in applicazioni a due, a gestire tempo e distanza, a sviluppare Yi, a muovere il corpo in una dimensione spontanea. Sergio ha molti anni di esperienza, ed ha un approccio molto pragmatico al combattimento, una mente raffinata e vivace e tanta voglia di lavorare. Luca è già stato in Istria ad agosto scorso, e nonostante la sua giovane età di pratica (poco più di un anno) rappresenta un bel paio di braccia con cui discutere.

Sarà una bella occasione per scoprire nuovi aspetti del Baguazhang, fare domande e avere risposte, ma soprattutto per divertirsi e fare nuove scoperte. La crescita non ha scorciatoie, ma solo continuo impegno!

Come sempre per informazioni potete rivolgervi a Suzi Jankovic, tel. 098 335 388, e-mail: suzana.jankovic@gmail.com

Buon Nuovo Anno della Tigre!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...